Marchi
  • Aedes de Venustas
  • Altaia
  • Dr Sebagh
  • Eau d'Italie
  • Eight & Bob
  • Fragrance du Bois
  • Heeley
  • Jeroboam
  • Jovoy
  • Marie Jeanne
  • Oman Luxury
  • Stéphane Humbert Lucas
  • Eight & Bob
    essenses, Dr Sebagh, Heeley, Jovoy, Jeroboam, Aedes de Venustas, Eight & Bob, Eau d'Italie, Altaia, Stéphane Humbert Lucas, Fragrance du Bois, Oman Luxury, Marie Jeanne
    14946
    page-template-default,page,page-id-14946,wp-custom-logo,theme-bridge,bridge-core-2.9.6,woocommerce-demo-store,woocommerce-no-js,yith-wcan-pro,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-4,qode-theme-ver-28.5,qode-theme-bridge,qode_advanced_footer_responsive_768,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

    Albert Fouquet, figlio di un aristocratico parigino, appartenente all’ambiente più esclusivo dell’alta società francese degli inizi del XX secolo, era un esperto intenditore di profumi. In una stanza ai piani alti del castello di famiglia, assistito dal suo fedele maggiordomo Philippe, creava e perfezionava essenze ad uso personale.

    Una sera, durante le vacanze estive del 1937 sulla Costa Azzurra, simpatizzò con un giovane studente nordamericano che percorreva la Francia su un’auto decappottabile: John F. K. Pochi minuti dopo essere stati presentati, un presuntuoso JFK si era già invaghito dell’essenza utilizzata da Albert. La simpatia che John emanava convinse Albert a lasciargli, la mattina seguente in hotel, un esemplare della sua anonima acqua di colonia con un biglietto: “In questo flacone troverai la dose di glamour francese che manca alla tua simpatia americana”.

    Di ritorno dalle sue vacanze, Albert ricevette una lettera di John dagli Stati Uniti che lo ringraziava e gli comunicava il successo che il suo profumo aveva riscosso tra i suoi amici. Inoltre gli chiedeva di inviargli 8 esemplari, “…e, se la sua produzione lo consente, ancora un altro per Bob”.

    Albert provvide alla commissione etichettando i flaconi e le scatole con la simpatica richiesta di John: “EIGHT & BOB”.

    Alcuni mesi dopo, iniziò a ricevere lettere dagli USA con richieste inviate da diversi registi, produttori e attori di Hollywood. Tutti volevano la colonia “EIGHT & BOB” che, a quanto pareva, avevano scoperto tramite il padre di John, il quale aveva rapporti con note star, visto il suo recente passato imprenditoriale nell’industria del cinema.

    Purtroppo, il successo della sua fragranza non poté estendersi molto di più. Nella primavera del 1939, Albert morì in un incidente stradale. Philippe, l’unico che potesse rispondere alle richieste ricevute, continuò questa attività solo per pochi mesi poi, con lo scoppio della II Guerra Mondiale, dovette abbandonare il suo lavoro presso la famiglia Fouquet. Nelle ultime spedizioni che furono effettuate, Philippe nascose i flaconi all’interno di libri che ritagliò accuratamente a mano, per evitare che i nazisti intercettassero i profumi.

    Decenni più tardi, grazie alla famiglia del maggiordomo, la formula di “EIGHT & BOB” è stata integralmente recuperata, tornando ad essere oggi una delle colonie più esclusive e preferite dagli uomini più eleganti del mondo.